I luoghi del sacro e dell'arte

Contrariamente a quanto si è portati a pensare in considerazione della sua vocazione eminentemente industriale, la valle solcata dal Mella vanta un certo numero di eccellenze di carattere artistico che includono pittura, architettura e scultura.

Il viaggio attraverso l’arte entra in maggior dettaglio riguardo alle testimonianze pittoriche, in quanto operarono sul territorio artisti del calibro di Romanino, Moretto, Pietro Scalvini e altri celebri pennelli, senza tralasciare le architetture, che hanno segnato i secoli dal medioevo sino ai giorni nostri, tra cui chiese, santuari, torri, dimore nobiliari e antiche cascine.
Tappe di un viaggio che si propone come una scoperta, o una riscoperta, dei piccoli tesori della Valle Trompia, meta di grande interesse per leggere le pagine di una storia non solo locale.

Si ricordano, ad esempio:

Per conoscere tutti gli altri luoghi storico-artistici di culto visitabili della Valle, consulta il portale valtrompia.cosedafare.net, all'interno del quale potrai trovare schede dettagliate per ciascun sito.

Nel biennio 2000-2001 la Comunità Montana di Valle Trompia, in collaborazione con l’Amministrazione provinciale, ha promosso una campagna di catalogazione degli affreschi conservati negli edifici di culto attraverso l'utilizzo del software SIRBeC, Sistema Informativo dei Beni Culturali della Regione Lombardia.
La campagna ha prodotto circa 1.000 schede corredate da altrettante immagini consultabili usufruendo delle postazioni informatiche presso la sede gardonese del Sibca nel complesso conventuale di S. Maria degli Angeli, accessibile previa prenotazione.

Ultima modifica: Mar, 15/11/2016 - 09:18