Lucilla Giagnoni - Oro in bocca: E-ti-ca Festival

Passeggiate mattutine e racconti del paesaggio

Domenica, 25 Luglio, 2021
Lucilla Giagnoni - Oro in bocca: E-ti-ca Festival
LUCILLA GIAGNONI attrice e scrittrice in dialogo con PAOLA TODESCHINO VASSALLI

Domenica 25 luglio - ore 9.30

Sarezzo - passeggiata dalla Valle di Sarezzo all'Azienda Agricola Catena Rossa

In caso di maltempo l’incontro si svolgerà presso il Teatro San Faustino Via IV Novembre 10, Sarezzo capienza massima, secondo le vigenti normative anti-Covid di 108 posti 

 

LUCILLA GIAGNONI è autrice, attrice nonché regista di quasi tutti i suoi spettacoli in solo. Nata a Firenze ha frequentato la scuola di teatro La Bottega di Vittorio Gassman. Ha partecipato alla creazione di quasi tutti gli spettacoli prodotti dal Teatro Settimo. Ha lavorato, tra gli altri, con Luigi Squarzina, Franco Piavoli, Alessandro Baricco, Paola Borboni, Giuseppe Bertolucci, Katie Mitchell, Alessio Bertallot, Fabrizio Bosso e Antonella Ruggiero. Ha dedicato circa dieci anni al progetto Paesaggi, uno studio sulla terra in cui vive, il novarese. È autrice di trasmissioni radiofoniche RAI. Conosce il latino, il greco, l’ebraico e un poco il sanscrito. Dal 2016 è direttrice artistica del Teatro Faraggiana di Novara.

Paola Todeschino Vassalli, vedova di Sebastiano Vassalli, si è laureata in Chimica all’Università di Torino. Dopo una breve esperienza in un laboratorio di sanità pubblica, ha insegnato scienze matematiche alla scuola secondaria di primo grado. Nel 2006 ha conseguito la laurea in Psicologia. Coltiva l’interesse per la narrativa, ha un grande amore per il paesaggio e l’infinito.

 

TRA GLI ALBERI, NEL BOSCO, C’È UNA RADURA

Quanti romanzi iniziano raccontando un paesaggio, come una panoramica cinematografica, per concentrarsi pian piano, in uno zoom letterario, su un aspetto, un luogo, una situazione, un personaggio che a quell’orizzonte appartiene? Dall’esempio più famoso, il manzoniano “Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi, . . . ”, a quello che Sebastiano Vassalli, maestro della narrazione (e della descrizione), ci regala nella prima pagina di LA CHIMERA (Premio Strega 1990), opera da cui Lucilla Giagnoni ha tratto, e per molti anni replicato, uno spettacolo: “Dalle finestre di questa casa si vede il nulla. Soprattutto d’inverno: le montagne scompaiono, il cielo e la pianura diventano un tutto indistinto, l’autostrada non c’è più, non c’è più niente. Nelle mattine d’estate, e nelle sere d’autunno, il nulla invece è . . . ”. Una descrizione che non utilizza termini come meraviglioso, fantastico, bellissimo, stupendo (o strabello) ma che pure, con padronanza e magia, estro e fermezza, restituisce il sublime (qui non è un aggettivo ma un sostantivo) che possiamo vedere nel mondo.

IL PERCORSO DALLA VALLE DI SAREZZO ALL’AZIENDA AGRICOLA CATENA ROSSA

All’orario di partenza consigliato, verso le 8.30/8.45, lascia l’automobile in uno dei parcheggi di Via Cagnaghe (in cima alla Valle di Sarezzo, in prossimità della discesa per Lumezzane-Termine). Percorri a piedi la strada semi sterrata che conduce alla breve salita (verso il ristorante la Corte di Marina); da lì, tenendo la destra, prosegui fino a una sbarra metallica verde. Oltrepassata la sbarra, tenendo la sinistra, percorri Via Valverde, fino all’arrivo in Azienda Agricola (www.catenarossa.it).

Il percorso, semplice (tempo medio di percorrenza 25’), per il quale sono consigliate scarpe da trekking, ha un minimo dislivello e, seppur con fatica, può essere affrontato da persone con difficoltà motoria (previa conferma c’è la possibilità di raggiungere il luogo in automobile).

Al termine dell’incontro potrai consumare il tuo pranzo al sacco in loco nel rispetto dei luoghi e della natura circostante (l’Azienda Agricola non dispone di cucina). Previa iscrizione (info@catenarossa.it 335.8328548 Eleonora Pea) sarà possibile partecipare alle attività di Riconoscimento delle erbe spontanee e Fiabe in Costruzione sul Sentiero dei Doni del Bosco, nel pomeriggio.

 

PARTECIPAZIONE AGLI INCONTRI GRATUITA. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA.

CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONI: prenotazioni.oroinbocca@gmail.com TEL. 030.2906403

I terreni dei luoghi di incontro non consentono di disporre sedie.

Dovrai accomodarti sulle superfici prevalentemente erbose o rocciose. Porta qualcosa per isolarti. Per il raggiungimento dei luoghi di incontro vale la responsabilità personale.

Mappa

Allegati

Locandina

Note: Locandina

Data: 25/07/2021 Ultima modifica: Lun, 19/07/2021 - 09:16